Prospettive in vista? domande e risposte

Rispondo qui ad alcune domande che mi sono state poste.

Sei convinto che la questione sinistra / destra sia superata?

Quando mi dicono che la Sinistra è un'altra cosa rispetto alla Destra mi spancio di risate.

Vediamo telegraficamente alcune perle nell'escursus storico.

La sinistra? Quale? Quella dei cannoni sui cittadini di Parigi, sulla Comune?

Quella del voto favorevole ai crediti di guerra nella feroce 1° guerra mondiale?

Quella della abrogazione dei diritti dei lavoratori?

Quella dei contratti precari per una vita precaria? Quella dei contratti atipici, della svendita del patrimonio pubblico, dell'occupazione delle società partecipate?

Quella fascista dei bombardamenti "umanitari" su Belgrado?

Quella della violazione dell'articolo 11?

Quella che esporta mine?

Quella che sostiene le Grandi banche e le lobby?

Quella che si prostituisce alla Nato?

Quella chic con l'erre moscia che "i curdi sono sacrificabili"?

Quella che manda cannoni in Ucraina? Quella che esporta "diritti umanitari" con mitra, mine, bombe all'uranio impoverito in Iraq, che occupa militarmente l'Afghanistan per ubbidire agli amerikani?

Ah già la sinistra democratica che difende l'arcobaleno LGBT che fa figo, ma si scorda delle masse impoverite.

Ah già la sinistra democratica che applica le schiforme volute dalle oligarchie, quando è al potere.

Ma allora della Destra che dici? chè la destra è nostalgia del fascismo....

Ma ne ho già parlato, quando parlo del PD parlo della destra. L'altra destra serva delle grandi oligarchie ricche, è identica, furbetta, patetica, la distingue solo per la questione LGBT e migranti, per il resto non saprei chi è peggiore.

E di Fratoianni, Verdi e della sinistra sinistra che dici?

Che sono peggio dei cani, per un osso o uno strapuntino nel teatrino sono disposti a vendere la loro madre. Feccia.

Parliamo del PD può essere un riferimento per la sinistra se recuperasse alcuni temi sociali?  Montanari se lo chiede.

Trovo incredibile che si nutra ancora qualche speranza nel PD.  Montanari è intelligente e dovrebbe sapere che il presunto spostamento a destra è parecchio datato, risale a prima del '89.

Abbandonato ogni riferimento al comunismo ritenuto inapplicabile si è gettato con varie contorsioni (pds, ds, PD querce e margherite varie più girotondi e oggi sardine) nelle braccia delle oligarchie dominanti, diventando il kapò del pensiero unico e del mercato.

Il PD è fatto di una quota di funzionari super pagati filo-capitalisti legati alle lobby finanziarie (in cambio di privilegi e posti di sottobosco pubblico e di prebende familiari), un'altra quota di base che pensa di essere democristiana e una quota che pensa di essere di sinistra.

La vera natura è quella di un partito del grande capitale finanziario, e dei colossi capitalistici,

(la piccola e media impresa hanno  trovato sponda nella lega, in fratelli di cella, pochi altri in forza Italia).

Quindi la base elettorale del Pd è come un gatto che si crede un cane o come un pollo che si crede un'aquila.

C'è quindi una discrasia tra quel che gli elettori piddini ingenuamente credono e quello che il loro partito veramente rappresenta.

Il tutto viene mascherato dalla retorica dei diritti civili per LGBT, o per l'esportazione della "democrazia" copiata pari pari dal partito democratico americano.

Cosa vi sia di progressista e democratico è davvero un mistero per gonzi.

Il PD è un partito della reazione.  Una sorta di Termidoro post Statuto dei lavoratori e post '89. 

Il capitale finanziario ha capito dopo l'ondata di lotte degli anni 60-70 che aveva bisogno di una nuova narrazione, ha compiuto la sua metamorfosi in capitalismo assoluto, ha instillato nelle coscienze che era la fine della storia, ed era insuperabile, poi ha lanciato la sua campagna acquisti e si è comprato università, partiti, intellettuali, fino a giungere al Pensiero Unico.

Il PD è parte integrante di questo disegno orwelliano.

Molti parvenu lo votano nella speranza di passare dalla valigia di cartone a un posto da amministratore in una impresa pubblica, altri lo votano per "paura della destra"  (peraltro identica al Pd nei programmi).

Altri perché credono ancora alle favole del progressismo.

Altri votano perché il PD è un lanciatore di carriere per personaggi in cerca di autore.

Quando questo lerciume immondo sparirà dalla scena, sarà possibile avere una formazione politica realmente a favore del popolo che suda e lavora.

C'è qualche movimento, qualche partito che può dare speranza a chi sta in Basso nella società?

In questo momento guardo con molto interesse a ciò che dice il giovane Alessandro Di Battista, una persona coerente e pulita in un'Italia piena di immondizia politico-culturale di stampo coloniale (marca Usa).

Sicuramente è un giovane di talento pieno di amarezza per quello che è diventato il M5stelle a cui lui ha contribuito tantissimo fino a portarlo al 33% di consenso.

Consenso malamente dilapidato con scelte forsennate da parte di alcuni colonnelli del movimento e da Beppe Grillo (il demolitore draghiano-cingoliano).

Se fonderà un'associazione  - dalbasso  - non può che interessarmi enormemente e credo possa interessare coloro che mi seguono.

 

Scrivi commento

Commenti: 0